La Parte degli Angeli

Contemporary Tuscan Food
Ristorante e bar aperti dalle 19,00 alle 24,00

MENU’

PER PARTIRE

Sushi Toscano
La Tartare, la nostra salsa verde, il manzo marinato e la giardiniera di verdure
€ 16.00

Maiale
Il Tonno del Chianti in olio cottura con fagioli Cannellini e cipollotto fresco
€ 14.00

Prosciutto
Prosciutto Dop Toscano al coltello con degustazione di olio extra vergine del nostro territorio
€ 16.00

Anatra
Fegato grasso d’anatra con Pan Brioche di Buccellato e salsa di fichi
€ 16.00

Quinto Quarto
Fegatini di pollo alla moda dell’Artusi, Soppressata e Biroldo della Garfagnana
€ 15.00

Burrata
Burrata affumicata, acciughe del Cantabrico marinate in olio alle alghe
€ 15.00

The Angels’ Club Sandwich
Tacchinella arrosto, mostarda al miele, lattuga croccante, uova e cipolle Borrettane
€ 14.00

 

ZUPPA E PASTE FRESCHE

Pasta fresca del giorno
€ 12,00

Zuppa del giorno
€ 12,00

Gnocchi freschi di patate con ricotta e spinaci, serviti su fonduta di Parmigiano
€ 12.00

 

PIATTI DI PORTATA

Piatto Speciale del Giorno
€ 18.00

Lombo di maiale al forno con verdure saltate
€ 16.00

Polpette di magro al pomodoro fresco e matuffi di polenta
€ 14.00

Salmone affumicato, le sue uova, ginger e pepe di Tinut
€ 16.00

Selezione di formaggi con frutta di stagione e confetture fresche
€ 16.00

 

LE NOSTRE INSALATE

Caesar Salad alla moda Toscana
Pollo, misticanza croccante, Pecorino, prosciutto toscano e maionese fatta in casa
€ 16.00

L’insalata degli Angeli
Misticanza croccante, Gorgonzola, noci, fagiolini e sedano
€ 14.00


La parte degli Angeli nasce da un piccolo sogno di Pietro che in una giornata d’estate decise di dar vita, all'interno del suo Hotel, ad una nuova entità che raccogliesse un ristorante, un’enoteca e un cocktail bar. A guidare questo nuovo progetto Leonardo, esperto gastronomo, chef, sommelier e grande appassionato di distillati.

Il nome ha preso come spunto da un lato "La Corte degli Angeli", dall'altro il significato originale della frase "La Parte degli Angeli".

In Scozia, infatti, il malto distillato viene messo ad invecchiare in varie tipologie di botti e, a seconda di quello che precedentemente contenevano, regalano al distillato aromi e profumi diversi tra loro. Le botti devono maturare per molti anni e, a seconda di dove stanno riposando, iniziano una loro personale e sempre diversa relazione con l’ambiente e il clima del luogo che le circondano.

Sull'isola di Islay, per esempio, dove la temperatura è regolata dalla corrente del golfo, le botti lavorano meno che in altre regioni soggette a più forti variazioni di temperatura. La localizzazione dei magazzini di maturazione nei pressi del mare contribuisce a conferire a questi whisky aromi marini.
Nelle Highlands, l’aria umida e fresca, favorisce l’invecchiamento e nello Speyside, dove il clima è più secco, i malti evaporano più rapidamente.

Anche nel processo di maturazione intervengono le tradizioni locali. Il loro rispetto si spinge al punto che i distillatori più conservatori si rifiutano persino di eliminare i funghi neri che invadono le pareti dei magazzini nutrendosi dei vapori prodotti dall'alcool, "Se ci sono, vuol dire che servono anche loro a qualcosa", suggeriscono sorridendo. In altri casi, non si tolgono nemmeno le tele di ragno dalle botti, nel timore di poter danneggiare il whisky.

Con il tempo, nel corso dell’invecchiamento, il whisky perde dal 18 al 25% del suo volume ogni dieci anni.
Questo e’ comunemente definito "la parte degli angeli".

In Scozia si perdono verso le nuvole 20 milioni di galloni, equivalenti a 160 milioni di bottiglie all'anno, e questo ci spiega perché il cielo della Caledonia è sempre cosi splendidamente mutevole e arricciato.

Gli angeli devano fare un bel baccano lassù!!
Salute